A Cortina Bertagnolli vince la Coppa del Mondo di Gigante

Pubblicato il 16 Mar 2023

Si tinge d’azzurro Cortina d’Ampezzo dopo l’ultimo Slalom Gigante delle finali di Coppa del Mondo di sci alpino paralimpico organizzate dalla Fondazione Cortina in collaborazione con la FISIP. Giacomo Bertagnolli e la guida Andrea Ravelli hanno vinto la Coppa del Mondo di specialità tra i Vision Impaired, battendo sul filo di lana il francese Hyacinthe Deleplace (guida Roy Piccard) con i quali, questa mattina, condividevano ex aequo la leaderhip.

In campo femminile, sempre nella categoria Vision Impaired, Chiara Mazzel e la guida Fabrizio Casal hanno concesso il bis vincendo anche la gara di oggi, dopo quella di ieri, e si sono garantiti un posto sul podio della Coppa di specialità. Ma soprattutto, sfruttando gli zero punti colti finora qui a Cortina dalla leader Veronika Aigner, hanno clamorosamente riaperto i giochi nella Coppa del Mondo generale. Lo slalom speciale di domani, ultima gara di queste finali, non sarà più soltanto una semplice passerella d’onore per l’austriaca, ma una sfida all’ultimo palo con l’azzurra per la sfera di cristallo. Completa la festa italiana il secondo posto di Renè De Silvestro nei Sitting.

Entrando nel dettaglio, Chiara Mazzel, guidata come sempre alla perfezione da Fabrizio Casal, ha vinto in maniera limpida, ancor più di ieri. Era già prima al termine della manche d’apertura e aveva rifilato 1”36 all’austriaca Elina Stary e ben 2”23 alla leader Aigner. Ma alla fine della manche quest’ultima è stata squalificata per distanza superiore alle due porte da sua sorella Elisabeth che la guidava e per la portacolori della Sportabili, a quel punto, si è trattato soltanto di controllare la Stary, tenuta alla fine dietro di 94 centesimi, per portare a casa il successo. Terzo posto per la britannica Menna Fitzpatrick, staccata di 3”48. Alla vigilia dell’ultima gara la classifica generale recita: Veronika Aigner 800 punti, Chiara Mazzel 750, Elina Stary 540. Lo speciale di domani deciderà tutto, ma intanto Mazzel è già matematicamente certa di essere almeno seconda. E con i due successi qui a Cortina ha conquistato il terzo posto anche nella coppa di specialità, con 280 punti. “Oggi mi sono sentita davvero molto bene – ha detto raggiante la trentina – anche meglio rispetto a ieri. Ho avuto la sensazione di stare molto meglio sugli sci e quindi non potevo fare meglio di così. Ritrovarmi in gioco per la Coppa del Mondo generale è una cosa totalmente inaspettata perché a inizio stagione per l’infortunio ho saltato tante gare. Sono stupita anch’io, ma adesso ci spero”.

Chi invece ha già potuto esultare, nella categoria Vision Impaired maschile, sono Giacomo Bertagnolli e la guida Andrea Ravelli. Nel duello con il francese Hyacinthe Deleplace per la conquista della Coppa di gigante, hanno subito spostato dalla loro parte l’ago della bilancia con una prima manche perentoria, conclusa al primo posto con 2”70 sul francese e tenendo dietro anche il quasi imbattibile austriaco Aigner di mezzo secondo. Nella seconda è bastato tenere dietro il francese per essere sicuri della sfera di cristallo e così hanno fatto. E pazienza se la vittoria della gara sia andata ad Aigner (1’49”14) con 74 centesimi di vantaggio sull’azzurro. L’importante era che Deleplace fosse dietro (+3”88). “Il nostro obiettivo era conquistare la Coppa di specialità, che peraltro mancava all’Italia da diversi anni e quindi siamo soddisfatti – ha detto Jack -. Certo se fosse arrivata anche la vittoria nella gara di oggi sarebbe stato meglio, ma gli avversari sono molto forti, la Coppa alla fine è arrivata e dunque va benissimo così”.

Nei Sitting, invece, Renè De Silvestro si è rifatto dell’uscita di ieri, cogliendo un ottimo secondo posto. Con una grande prestazione si era portato in testa dopo la prima discesa, con 24 centesimi di vantaggio sull’olandese Jeroen Kampschreur e 58 sul norvegese Jesper Pedersen. Nella seconda manche l’olandese ha tirato come un forsennato ed è riuscito a prevalere, chiudendo sul complessivo di 1’50”23 e staccando il cadorino di 22 centesimi. Terzo Pedersen a 35 centesimi. Per l’azzurro, comunque, è arrivata la seconda piazza nella Coppa di specialità, alle spalle di Pedersen. “La gara è stata molto combattuta, nella seconda manche ho commesso purtroppo un paio di errori che mi sono costati la vittoria, ma sono soddisfatto lo stesso – ha dichiarato l’azzurro -. Domani c’è lo slalom, la gara in cui vado meglio e punterò tutto su questo”.

Nella categoria Standing uomini, infine, altro quarto posto per Federico Pelizzari che oggi ha sciato bene, ma non come ieri. Come ieri era terzo dopo la prima manche e come ieri ha perso una posizione nella seconda, chiudendo ai piedi del podio con il crono complessivo di 1’54”66, staccato di 3”93 dal vincitore, il canadese Alexis Guimond (1’50”73). Secondo posto per il francese Arthur Bauchet (1’51”23) e terzo per lo svizzero Theo Gmuer (1’53”27). É finita presto, con l’uscita nella prima manche, la gara dell’altro azzurro Davide Bendotti.

I podi delle altre categorie. Standing donne: 1) Ebba Aarsjoe (Swe) 1’55”29; 2) Anna-Maria Rieder (Ger) 2’00”14; 3) Andrea Rothfuss (Ger) 2’03”32. Sitting Donne: 1) Anna-Lena Forster (Ger) 2’07”73; 2) Audrey Pascual Seco (Spa) 2’13”83; 3) Barbara Van Bergen (Ned) 2’24”09.

Domani in programma lo Slalom Speciale (partenza prima manche alle 9.15, seconda manche alle 12.15) che chiuderà ufficialmente la Coppa del Mondo 2022-2023 e assegnerà le sfere di cristallo di specialità e generali.

 Di seguito i podi delle Coppe di Specialità di Slalom Gigante:

VISION IMPAIRED DONNE: 1) Veronika Aigner (Aut); 2) Elina Stary (Aut); 3) Chiara Mazzel (Ita).

STANDING DONNE: 1) Aurelie Richard (Fra); 2) Ebba Aarsjoe (Swe); 3) Allie Johnson (Usa).

SITTING DONNE: 1) Audrey Seco Pascual (Spa); 2) Laurie Stephens (Usa); 3) Anna-Lena Forster (Ger).

VISION IMPAIRED UOMINI: 1) Giacomo Bertagnolli (Ita); 2) Hyacinthe Deleplace (Fra); 3) Johannes Aigner (Aut). STANDING UOMINI: 1) Robin Cuche (Sui); 2) Arthur Bauchet (Fra); 3) Theo Gmuer (Sui).

SITTING UOMINI: 1) Jesper Pedersen (Nor); 2) Renè De Silvestro (Ita); 3) Jeroen Kampschreur (Ned).

 

(16 marzo 2023) Press Office FISIP. Foto di Mattia Rizzi

Articoli in evidenza
FISIP e Reale Foundation lanciano il progetto “Sport Emotion 4 All”: tre video-racconti realizzati per diffondere lo sport invernale paralimpico tramite la voce degli atleti
FISIP e Reale Foundation lanciano il progetto “Sport Emotion 4 All”: tre video-racconti realizzati per diffondere lo sport invernale paralimpico tramite la voce degli atleti
Successo per gli Atleti FISIP alle Gare di Coppa del Mondo di Sci Alpino a Sapporo
Successo per gli Atleti FISIP alle Gare di Coppa del Mondo di Sci Alpino a Sapporo
Il podio dello snowboard si tinge di azzurro a Pyhä
Il podio dello snowboard si tinge di azzurro a Pyhä
precedente
successivo
Shadow