L’Italia chiude con i successi di Bertagnolli e De Silvestro

Pubblicato il 17 Mar 2023

Si sono concluse con lo Slalom Speciale odierno le Finali di Coppa del Mondo di sci alpino paralimpico a Cortina d’Ampezzo, organizzate dalla Fondazione Cortina in collaborazione con la FISIP, atto finale della stagione internazionale dello sci paralimpico. E per l’Italia, che in questa stagione è stata una valanga azzurro-rosa, l’ultima giornata è stata da incorniciare grazie alle vittorie di Giacomo Bertagnolli e Renè De Silvestro, il brillante terzo posto di Federico Pelizzari e i numerosi podi nelle Classifiche finali, di specialità e generali, della Coppa del Mondo 2022-2023.

Tra i Vision Impaired i “cannibali” Giacomo Bertagnolli e la guida Andrea Ravelli hanno vinto anche l’ultima gara infliggendo distacchi siderali agli avversari. In assenza di Johannes Aigner, rimasto nel parterre per i dolori alla schiena che hanno fermato la guida Matteo Fleischmann, i portacolori delle Fiamme Gialle hanno sciato egregiamente chiudendo con un crono complessivo di 1’24”44, rifilando 7”37” al francese Hyacinthe Deleplace, giunto secondo, e 7”44 al tedesco Alexander Rauen, terzo. Con questo successo Bertagnolli e Ravelli hanno consolidato il terzo posto tanto nella classifica di Coppa del Mondo generale, che in quella di specialità. “Sono super contento perché abbiamo chiuso la stagione in bellezza – ha commentato soddisfatto alla fine – ma soprattutto perché ho provato belle sensazioni su quella che sarà la pista di gara delle Paralimpiadi fra tre anni. Mi è piaciuta tantissimo, direi quindi che non poteva finire meglio di così.”

In campo femminile, sempre Vision Impaired, non è riuscita a Chiara Mazzel e alla guida Fabrizio Casal quella che sarebbe stata un’impresa clamorosa: vincere anche la Coppa generale, dopo quella di Discesa Libera. La trentina è giunta quarta, l’austriaca Veronika Aigner seconda portandosi così a casa la sfera di cristallo. La sciatrice della Sportabili non è una specialista dei pali stretti, oggi non è riuscita ad essere all’altezza delle austriache Aigner e Stary e della britannica Fitzpatrick. Ha chiuso in 1’35”10, prendendo 5”24 dall’austriaca Elina Stary, che ha vinto in 1’29”86. Al secondo posto Veronika Aigner in 1’30”14 e terza Menna Fitzpatrick in 1’30”35. Per la coppia Mazzel-Casal, comunque, è arrivato il secondo posto nella classifica generale con 1800 punti, un risultato eccezionale se si considera che la loro stagione è praticamente iniziata alla settima tappa, avendo dovuto saltare le prime 6 per un infortunio alla mano di Chiara.

L’altro successo italiano di giornata è giunto proprio come sigillo alle finali. L’ha ottenuto nei Sitting Renè De Silvestro, l’atleta di casa che è stato l’ultimo a scendere in assoluto e che ha battuto davanti a parenti, amici e tifosi in festa l’eterno rivale norvegese Jesper Pedersen. Il crono del portacolori FISIP ha detto 1’22”92, 1”43 meno di Pedersen e 2’94” meno del francese Victor Pierrel giunto terzo. Finalmente il riscatto che Renè aspettava, dopo la rottura dello stabilizzatore che l’ha messo fuori gara due giorni fa e il secondo posto di ieri. E alla fine grande festa per lui e una lunga ovazione da parte del pubblico. “Oggi è stata una bellissima gara per me, soprattutto per il tifo che ho ricevuto. Sono davvero senza parole – ha detto raggiante Renè -. Non desideravo altro che chiudere la stagione così, con una vittoria in casa e davanti ai miei tifosi”.

In extremis fra gli Standing è salito sul podio Federico Pelizzari, dopo esserne rimasto ai piedi nei due Giganti dei giorni precedenti. Oggi si è piazzato terzo, con il tempo di 1’29”82. Vincitore è stato il francese Arthur Bauchet in 1’22”09, secondo il connazionale Jules Segers con 1’29”22. Finalmente una soddisfazione per il lecchese, che nei giorni scorsi aveva masticato amaro perché a buonissime prestazioni non erano corrisposti risultati adeguati. “Finalmente questo podio è arrivato – ha detto Federico – lo aspettavo, anche perché questo è il mio primo podio in Slalom Speciale nella Coppa del Mondo”.

Riguardo alle altre categorie, fra le Standing vittoria schiacciante della svedese Ebba Aarsjoe con il crono di 1’26”83, davanti alla tedesca Anna-Maria Rieder e alla francese Aurelie Richard. Fra le Sitting successo per la leader tedesca Anna-Lena Forster (1’33”52), secondo posto per la spagnola Audrey Seco Pascual e terzo per la finlandese Nette Kiviranta.

«Cortina voto 10!», così Paolo Tavian, presidente della Federazione italiana Sport Invernali Paralimpici. «Tutti gli atleti, italiani e stranieri hanno dato un giudizio più che positivo, il palcoscenico è unico e tecnicamente c’è poco da eccepire. Cortina è abituata a ospitare grandi eventi mondiali e ha saputo accettare anche la sfida paralimpica. Come Federazione abbiamo voluto portare qui con largo anticipo un evento mondiale proprio per provare le piste, l’accoglienza e tutte le strutture che poi saranno messe sotto pressione con l’appuntamento olimpico del 2026. Abbiamo avuto un ottimo riscontro anche grazie alla collaborazione con Fondazione Cortina e con tutte le istituzioni che hanno contribuito fattivamente alla buona riuscita delle gare. La presenza delle scuole oggi è determinante, ai ragazzi affido il compito di portare avanti il nostro lavoro nel futuro».

 

Di seguito i podi delle classifiche finali sia della Coppa Generale che di quella di Slalom Speciale:

 

Coppa del Mondo di Slalom Speciale:

Vision Impaired Donne: 1) Veronika Aigner, guida Elisabeth Aigner (Aut); 2) Elina Stary, guida Anna-Jacqueline Stoss (Aut); 3) Barbara Aigner, guida Klara Sykora (Aut).

Standing Donne: 1) Ebba Aarsjoe (Swe); 2) Anna- Maria Rieder (Ger); 3) Aurelie Richard (Fra).

Sitting donne: 1) Anna-Lena Forster (Ger); 2) Laurie Stephens (Usa); 3) Nette Kiviranta (Fin).

Vision Impaired Uomini: 1) Johannes Aigner, guida Matteo Fleischmann (Aut); 2) Hyacinthe Deleplace, guida Roy Piccard (Fra); 3) Giacomo Bertagnolli, guida Andrea Ravelli (Ita).

Standing Uomini: 1) Arthur Bauchet (Fra); 2) Robin Cuche (Sui); 3) Aaron Lindstroem (Swe).

Sitting uomini: 1) Jesper Pedersen (Nor); 2) Renè De Silvestro (Ita); 3) Victor Pierrel (Fra).

 

Coppa del Mondo Generale:

Vision Impaired Donne: 1) Veronika Aigner, guida Elisabeth Aigner (Aut); 2) Chiara Mazzel, guida Fabrizio Casal (Ita); 3) Elina Stary, guida Anna-Jacqueline Stoss (Aut).

Standing Donne: 1) Anna-Maria Rieder (Ger); 2) Ebba Aarsjoe (Swe); 3) Aurelie Richard (Fra).

Sitting Donne: Anna-Lena Forster (Ger); 2) Laurie Stephens (Usa); 3) Audrey Seco Pascual.

Vision Impaired Uomini: 1) Johannes Aigner, guida Matteo Fleischmann (Aut); 2) Hyacinthe Deleplace, guida Roy Piccard (Fra); 3) Giacomo Bertagnolli, guida Andrea Ravelli (Ita).

Standing Uomini: 1) Arthur Bauchet (Fra); 2) Robin Cuche (Sui); 3) Markus Salcher (Aut).

Sitting Uomini: 1) Jesper Pedersen (Nor); 2) Renè de Silvestro (Ita); 3) Jeroen Kampschreur (Ned).

(17 marzo 2023) Press Office FISIP. Foto di Mattia Rizzi

 

Articoli in evidenza
FISIP festeggia la fine della stagione
FISIP festeggia la fine della stagione
Giuseppe Romele riceve il Premio Rosa Camuna dalla Regione Lombardia
Giuseppe Romele riceve il Premio Rosa Camuna dalla Regione Lombardia
Raduno Alpini 12 maggio a Vicenza
Raduno Alpini 12 maggio a Vicenza
precedente
successivo
Shadow