Scatta il Mondiale della neve: domani la Cerimonia d’apertura, giovedì le prime medaglie nell’alpino e nel nordico

Pubblicato il 11 Gen 2022

Tutto pronto a Lillehammer. In questo intenso inverno, il primo appuntamento del 2022 è il Mondiale che raggruppa tutte le discipline della neve, competizione che assegna medaglie pesanti oltre a rappresentare un crocevia importante in vista della Paralimpiade di Pechino (4-13 marzo). Si comincia domani con la Cerimonia d’apertura, mentre mercoledì, meteo permettendo, verranno assegnati i primi titoli iridati nella discesa libera di sci alpino e nella middle distance di sci di fondo, oltre ad esserci le qualifiche del banked slalom di snowboard. Numerosi i protocolli di sicurezza per il contenimento della pandemia, che hanno reso molto complicati i primi giorni della trasferta in Norvegia.

Nello sci alpino, la squadra è composta da Renè De Silvestro (Sitting), Davide Bendotti (Standing), Federico Pelizzari (Standing) e Chiara Mazzel (Visually Impaired) con la sua guida Fabrizio Casal.

Lo staff, invece, è composto da Davide Gros (allenatore responsabile), Elena Ricaldone (allenatrice), Ugo Orsanelli (skiman), Manuele Lambiase (preparatore atletico) ed Elena Semplici (fisioterapista). Attualmente ai box, invece, il portabandiera italiano ai Giochi cinesi Giacomo Bertagnolli, così come la friulana Martina Vozza, in seguito alla positività del tampone anti-Covid pre-partenza. Se dovessero negativizzarsi nei prossimi giorni, entrambi potrebbero ancora sperare di raggiungere la Norvegia per la seconda parte della rassegna, così come il fondista Michele Biglione, costretto a fermarsi per la stessa ragione.

A proposito di sci nordico, toccherà a Giuseppe Romele, leader di Coppa del Mondo nella categoria Sitting, tenere alto l’onore azzurro, insieme a Cristian Toninelli, che gareggerà invece tra gli Standing. A seguirli ci sono l’allenatore responsabile Duilio Friz, lo skiman/allenatore Antonello Brao, il preparatore atletico Paolo Marchetti e il fisioterapista Mattia Lovera.

 

Nello snowboard, invece, brilla la stella di Jacopo Luchini, in testa alla classifica generale Upper Limb di Coppa del Mondo in virtù dei sei podi in altrettante gare conquistati in questa stagione: dopo il secondo posto nella prima fatica, ha inanellato una serie di cinque successi che l’ha proiettato al vertice della disciplina. Fanno sogni di gloria anche Mirko Moro, salito due volte sul podio in banked slalom lo scorso dicembre, così come Riccardo Cardani e Paolo Priolo, che hanno sfiorato i tre gradini in Coppa del Mondo proprio quest’inverno. Lo staff è composto da Igor Confortin (allenatore responsabile), Paolo Di Pietro (allenatore/fisioterapista), Jacopo Piccardi (preparatore atletico/mental coach) e Riccardo De Zanna (skiman).

Giovedì, i primi azzurri a scendere in gara saranno De Silvestro e Pelizzari nella discesa di sci alpino, insieme a Romele e Toninelli nella middle distance. Nel primo test odierno, 12° Pelizzari e 26° Bendotti tra gli Standing, mentre De Silvestro ha chiuso 9° tra i Sitting.

Articoli in evidenza
Il bilancio al termine dei Mondiali di Para Sci (Alpino e Nordico)
Il bilancio al termine dei Mondiali di Para Sci (Alpino e Nordico)
Un altro oro per Giuseppe Romele ai Para Nordic World Championships 2023 di Östersund
Un altro oro per Giuseppe Romele ai Para Nordic World Championships 2023 di Östersund
Annullato l’odierno Slalom maschile dei Mondiali di Sci Alpino
Annullato l’odierno Slalom maschile dei Mondiali di Sci Alpino
precedente
successivo
Shadow
Dove siamo