Logo Elah 2020 new 1       
    
Diasorin  

FIAT          INAIL superAbile          Robe di Kappa

Federazione sportiva paralimpica riconosciuta dal CIP

 

  • Home
  • News
  • Visualizza articoli per tag: paralimpiade

Giochi da ricordare. «Con lo straordinario oro di Giacomo Bertagnolli e l'emozionante bronzo di René De Silvestro si chiude una grande Paralimpiade. Un'edizione che, dal punto di vista sportivo, ci ha regalato tante gioie e spunti interessanti per il futuro. Il bilancio finale parla di due medaglie in più, un atleta in più sul podio e una posizione guadagnata nel medagliere rispetto a PyeongChang. Si tratta di un risultato molto importante, soprattutto in considerazione del livello tecnico e agonistico che abbiamo visto nelle competizioni e tenendo presente la partecipazione di tanti giovani, molti di loro esordienti, nella Squadra azzurra», è quanto dichiara Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico.

«Oggi la coppia Bertagnolli/Ravelli e Renè De Silvestro hanno compiuto due grandi imprese. I primi dimostrando di essere degli autentici fuoriclasse e confermandosi al vertice dello sci alpino paralimpico. Renè, invece, ha gareggiato con determinazione e maturità dimostrando di essere uno degli atleti più forti al mondo. Anche oggi ci hanno fatto esultare con due prestazioni esaltanti», ha aggiunto Luca Pancalli.

«Queste Paralimpiadi ci consegnano tante certezze, tante conferme ma anche tante indicazioni su quello che c’è da fare per il futuro. Ci attende la grande sfida di Milano Cortina che vogliamo vivere da protagonisti. Abbiamo una squadra di giovanissimi, tanti poco più che ventenni. Recuperiamo anche una presenza femminile che mi auguro possa diventare sempre più consistente».

«Questa sera, in occasione della cerimonia di chiusura dei Giochi, il portabandiera italiano sarà Renè De Silvestro. La scelta non è stata semplice ma è caduta su Renè non solo per le splendide medaglie, con la categoria del Sitting che torna sul podio, ma anche perché è ampezzano e con questo ci proiettiamo verso Milano Cortina con l’auspicio che possano venir fuori tanti giovani campioni, non solo nello sci alpino, ma in tutte le discipline invernali. Giovani che magari potranno rafforzare quelle discipline che hanno ben figurato come lo sci nordico, il para Ice hockey e lo snowboard e anche le altre che non hanno ottenuto la qualificazione».

«Colgo l'occasione per esprimere le mie congratulazioni alla FISIP e alla FISG, a partire dai Presidenti Tiziana Nasi e Andrea Gios, per i risultati ottenuti e per l'ottimo lavoro di preparazione svolto. Un ringraziamento va anche al Capo Missione Juri Stara, a tutti gli staff, al personale medico e a tutti coloro che hanno lavorato per mettere le atlete e gli atleti nelle condizioni di gareggiare al meglio. Ai ragazzi e alle ragazze di questa spedizione voglio dire: sono fiero di voi, sono orgoglioso di quello che avete fatto, sia che siate andati a medaglia sia che non ce l’abbiate fatta. Continuate così, guardate sempre al futuro e non perdetevi mai d’animo. Il vero atleta non è quello che non cade mai ma quello che ogni volta riesce ad alzarsi. Sono sicuro che continuerete a rendere orgogliosi il movimento paralimpico e le vostre federazioni», ha concluso Pancalli.

Pubblicato in News

Sorride Tiziana Nasi e festeggia le sette meraviglie disegnate sulle nevi di Yanqing e Zhangjiakou dai suoi ragazzi. La spedizione di Pechino 2022 ha superato quella di PyeongChang (5) e ora già si pensa a quel che sarà tra quattro anni, quando l’Italia sarà di nuovo padrona di casa, vent’anni dopo Torino 2006 di cui lei era presidente del Comitato organizzatore. Dal 5 al 16 marzo 2026, Milano e Cortina saranno teatro della splendida XIV Paralimpiade invernale.

Queste le parole della numero uno della Fisip e vicepresidente del Cip: «Mentre commento le medaglie di questa Paralimpiade, risuona l’Inno di Mameli in onore dei nostri due grandi atleti, Giacomo e Andrea. È un’emozione sempre nuova e fantastica. Quest’anno ero fiduciosa che arrivassero tante medaglie, ma non pensavo arrivassero due ori, invece, eccoli qui. L’Italia è stata grande, gli atleti straordinari. Un giorno dopo l’altro abbiamo vissuto il crescere dell’emozione e crescere i nostri atleti, sia quelli affermati sia quelli esordienti, alla prima partecipazione alle Paralimpiadi, che hanno avuto uno scatto di testa e fisico».

Non aveva mai saltato una Paralimpiade da Sydney 2000 a oggi, ma stavolta Tiziana ha fatto il tifo davanti alla tv: «Dispiaciuta di non essere stata presente, ma l’ho vissuta talmente tanto che va bene anche così, grazie ai nostri tecnici che mi tenevano costantemente aggiornata, facendomi sentire come se fossi lì. È stato fantastico vedere la testa di Renè in quest’ultimo slalom, Giacomo è stato meraviglioso ancora una volta, ma voglio fare una menzione speciale per il bronzo nel fondo di Beppe Romele che vale come un oro. Grande rammarico soltanto per quanto avvenuto nello snowboard perché gli atleti sono forti e sono seguiti da grandi tecnici. Andremo a consolarli a Malpensa domani al loro arrivo, insieme a quelli che non hanno vinto e festeggeremo tutti per averci fatto sognare. La ciliegina più bella è vedere oggi Renè De Silvestro portabandiera nella Cerimonia di chiusura, testimonial perfetta in vista di Milano Cortina. Evviva i nostri atleti, evviva l’Italia, evviva il Cip ed evviva la Fisip e il suo futuro».

Pubblicato in News

Esordio per gli azzurri dello snowboard, che oggi hanno affrontato le qualifiche di cross di categoria Upper Limb, staccando tutti e tre il pass per le finali. Jacopo Luchini ha concluso al quinto posto con 1:03.34, mentre Mirko Moro e Riccardo Cardani hanno ottenuto rispettivamente la 12esima e 13esima posizione con 1:06.27 e 1:07.92.

Questo il commento del responsabile tecnico, Igor Confortin: "Ieri eravamo disperati perché non sapevamo dove trovare due secondi per avvicinarci ai migliori. Con tanto lavoro al video, siamo riusciti ad individuare alcune linee buone, ma purtroppo il tabellone è stato impietoso mettendoci tutti e 3 nella stessa heat dei quarti di finale, il che ci dà la certezza di perderne uno, ma anche di metterne uno in semifinale e, perché no, magari anche due, facendo un buon gioco di squadra. Adesso tanto lavoro ci aspetta ancora al video e per il nostro skiman Riccardo De Zanna. Poi, una bella dormita e domani si fa sul serio! Sarà dura, ma venderemo cara la pelle!".

Pubblicato in News

Sponsor

In Breve

La FISIP, costituita nel 2010, è la Federazione Sportiva Paralimpica alla quale il Comitato Italiano Paralimpico ha demandato la gestione, l'organizzazione e lo sviluppo dello Sci Alpino, Sci Nordico, del Biathlon e dello Snowboard.


Sede e Orari

Via Montemagno 47/E - 10132 Torino

Tel.: +39 011.569.3829

Fax: +39 011.569.3895

info@fisip.it

8.00-16.00 dal lunedì al venerdì

LAVORA CON NOI

Stiamo ricercando:

Addetto alla segreteria

Addetto alla contabilità

Scrivi a info@fisip.it ed invia il tuo curruculum vitae