Il Presidente Paolo Tavian e tutta la Federazione si stringono nel ricordo di Fabrizio Zardini

Pubblicato il 03 Mag 2024

Il Presidente Paolo Tavian e tutta la Federazione si stringono nel ricordo di Fabrizio Zardini, mancato prematuramente nei giorni scorsi.

Fabrizio ha tracciato una strada fondamentale nel mondo degli sport paralimpici invernali nel nostro Paese, non solo per i suoi risultati, ma anche per aver fatto sì che si parlasse di sci paralimpico quando era un fenomeno ancora quasi sconosciuto.

Fabrizio subì un grave incidente quando aveva appena 23 anni: costretto in sedia a rotelle, la sua tenacia gli permise di partecipare ai Giochi Paralimpici Invernali a Tignes solo due anni dopo.
Dal fondo, prima passione, si dedicò poi allo sci alpino e in quella disciplina arrivarono un argento mondiale e ben due medaglie Olimpiche: un oro nel Super-G e un bronzo nella discesa libera a Salt Lake City nel 2002.
A lui venne affidato l’incarico di leggere il Giuramento Olimpico in occasione della cerimonia di apertura dei Giochi Paralimpici Invernali di Torino 2006, edizione che ha rappresentato anche il suo congedo dal mondo dell’agonismo.

Fabrizio era uno sportivo tecnicamente molto preparato, un atleta che ha battuto la strada ai talenti di oggi. Una persona importantissima per il mondo dello sport paralimpico.

Grazie Fabrizio per quello che hai fatto per il nostro mondo, ci mancherai.

(3 maggio 2024) © Press Office FISIP

Articoli in evidenza
Raduno Alpini 12 maggio a Vicenza
Raduno Alpini 12 maggio a Vicenza
FISIP celebra le vittorie degli atleti su la Gazzetta dello Sport
FISIP celebra le vittorie degli atleti su la Gazzetta dello Sport
Premiati i vincitori della Coppa Italia dello sci alpino paralimpico FISIP  
Premiati i vincitori della Coppa Italia dello sci alpino paralimpico FISIP  
precedente
successivo
Shadow