Gli snowboarder italiani vogliono esaltarsi sulle nevi di casa

Pubblicato il 07 Feb 2023

Dopo tre settimane di stop ritorna la Coppa del Mondo di snowboard paralimpico con la tappa di Cortina D’Ampezzo. La rinomata località montana ospiterà domani (mercoledì 8 febbraio) e giovedì 9 febbraio due gare di snowboard cross, valide sia per la Coppa del Mondo che per la Coppa Europa.

La nazionale italiana, padrona di casa, è desiderosa di ben figurare e iniziare con il piede giusto un delicato finale di stagione che proporrà, dopo Cortina, la tappa di Coppa del Mondo a Grasgehren in Germania (17-19 febbraio), le finali del massimo circuito internazionale al Passo San Pellegrino (26 febbraio – 4 marzo) e infine l’appuntamento clou, i Mondiali di La Molina (Spagna) dal 9 al 18 marzo.

Al via degli snowboard cross ci saranno i soliti Riccardo Cardani (categoria Upper Limb), in costante crescita, e Jacopo Luchini (categoria Upper Limb), che nell’ultimo mese ha cercato di completare il recupero dall’infortunio alla spalla che aveva subito a dicembre in Canada. Accanto a Cardani e Luchini si presenterà al cancelletto di partenza anche Emanuel Perathoner (categoria Lower Limb 2) che dopo aver dominato all’esordio in Coppa del Mondo nel Banked Slalom ora si mette alla prova nello snowboard cross, disciplina che, da atleta normodotato, lo ha visto prendere parte a due Olimpiadi.

A Cortina, oltre alle gare di Coppa del Mondo, saranno protagonisti anche gli atleti di Coppa Europa inclusi gli azzurri Simone Garino (Lower Limb 2) e Rosario Scucchia (categoria Lower Limb 1), al loro esordio assoluto in carriera nello snowboard cross.

I cinque azzurri sono accompagnati dall’allenatore responsabile Igor Confortin e dal fisioterapista Paolo Di Pietro.

Dopo tre settimane analizza l’allenatore Igor Confortin – si ritorna a gareggiare. Come staff siamo curiosi di come risponderanno i ragazzi in questo primo appuntamento importante del finale della stagione 2022-2023. Qui a Cortina i nostri atleti si misureranno su una pista, preparata a puntino, che si preannuncia tosta e dove si toccano veramente velocità molto elevate. Ci sono tutti gli ingredienti per vivere due giorni di sfide ad alto livello e per raccogliere importanti risposte sulla strada che ci porterà ai Mondiali di marzo”.

Articoli in evidenza
FISIP festeggia la fine della stagione
FISIP festeggia la fine della stagione
Giuseppe Romele riceve il Premio Rosa Camuna dalla Regione Lombardia
Giuseppe Romele riceve il Premio Rosa Camuna dalla Regione Lombardia
Raduno Alpini 12 maggio a Vicenza
Raduno Alpini 12 maggio a Vicenza
precedente
successivo
Shadow