Il bilancio al termine dei Mondiali di Para Sci (Alpino e Nordico)

Pubblicato il 29 Gen 2023

Appuntamenti conclusivi ai mondiali di para sci (alpino e nordico) e la nazionale italiana FISIP si regala anche gli ultimi brindisi, portando a casa complessivamente il più alto numero di medaglie di sempre. Anche se a Östersund, nei Para Nordic World Championship 2023, la staffetta Open ha chiuso onorevolmente, ma nelle retrovie, a Espot nei Mondiali Para Alpine, i sorrisi non sono mancati. Nello Slalom Speciale Giacomo Bertagnolli ha nuovamente trionfato tra i Vision Impaired, mentre nei Sitting René De Silvestro ha colto il suo secondo argento di questa trasferta iridata in Spagna.

Jack Bertagnolli lo aveva detto l’altro ieri, dopo il successo in Gigante: “Manca ancora una gara…”: la “sua” gara, quella fra i pali stretti. Perché in questa specialità è il migliore, tutti gli altri stanno dietro. Sempre sul pezzo, è stato guidato da Andrea Ravelli a una prova subito aggressiva. Ha sciato benissimo e sarebbe stato oro anche se gli avversari diretti fossero giunti al traguardo. Invece uno dopo l’altro, a cominciare dal competitor diretto Johannes Aigner, o sono usciti subito o hanno sbagliato, arrivando in fondo con eccessivo ritardo. In sostanza, alla fine della prima manche, era già tutto apparecchiato per il trionfo del golden boy azzurro dell’alpino: erano rimasti solo in 4 con Neil Simpson, il più vicino, a 1”62, poi il coreano Hwang a 11”84 e l’australiano Jensen a ben 17”05. Nella seconda discesa lui ha fatto come se invece ci fossero ancora tutti. Ha controllato poco e ha spinto invece tanto, aumentando ancora il vantaggio acquisito in mattinata. Alla fine, con il suo complessivo di 1’35”38, ha inflitto 1”68 a Simpson, argento, e 23”43 al coreano Hwang (1’58”81), bronzo. “Prima manche piuttosto tosta, tanti sono usciti – ha detto dopo aver tagliato il traguardo -, ma noi siamo riusciti a conservare la carica che avevamo avuto nel gigante e abbiamo avuto la costanza di rimanere nel tracciato fino alla fine. Direi un ottimo risultato, possiamo tornare a casa super soddisfatti”.

L’argento di Renè De Silvestro nello Speciale Sitting

Nei Sitting René De Silvestro ha sciato da par suo e alla fine ha raggiunto il massimo risultato ottenibile, l’argento con un crono totale di 1’40”06. Ha affrontato il tracciato in entrambe le manche con decisione e aggressività, di più non poteva fare. Perché il norvegese Jesper Pedersen, che ha vinto il titolo iridato, oggi era impareggiabile. Ha divorato i pali passandoli a pochissimi centimetri di distanza con linee così strette da rischiare l’inforcata ogni volta. E invece ha vinto entrambe le manche, piazzando un finale di 1’37”70, 2”36 meglio dell’azzurro e 6”72 meglio del giapponese Taiki Morii che si è preso il bronzo. “Sono veramente contento di questa medaglia – ha commentato alla fine l’alfiere della FISIP – perché rispetto allo scorso Mondiale sono migliorato in slalom. Sono ancora una volta secondo, speravo di fare un po’ meglio, ma sono soddisfatto ugualmente”.

Negli Standing Federico Pelizzari avrebbe avuto un’ottima chance per attaccare il podio, viste le tante uscite anticipate degli avversari già nella prima manche. Invece anche lui ha subito la stessa sorte: sul muro ha iniziato ad entrare fra i pali in ritardo di linea, facendo sempre più fatica a restare nel tracciato finché non ci è più riuscito, saltando fuori inevitabilmente. Discreto invece Davide Bendotti, che alla fine ha ottenuto un buon decimo posto con 1’54”01 nella gara in cui la Francia ha monopolizzato l’intero podio: oro ad Arthur Bauchet in 1’38”91, argento a Jordan Broisin (1’46”96, +8”05), bronzo a Oscar Burnham (1’48”03, +9”12).

2023-01-29, la classifica dello Slalom Speciale Maschile di Espot

Tra le Vision Impaired, invece, le nostre ragazze sono rimaste a bocca asciutta. Lo slalom di Martina Vozza, come il gigante, è finito con largo anticipo già nella prima manche, a poche porte dal traguardo. Chiara Mazzel, invece, non ha mostrato grande feeling con i pali stretti. Alla fine della prima manche era quarta, ma già fuori portata dall’oro e anche dal podio, nella seconda stava scendendo meglio, ma una frenata brusca per restare nel tracciato le ha compromesso il risultato. Così è stata inevitabilmente doppietta delle “solite” gemelline austriache Aigner: oro a Veronika con il tempo complessivo di 1’46”83, argento a Barbara (1’50”15, +3”32) e bronzo alla Fitzpatrick, appunto con 1’52”28 e 5’45” di ritardo dalla vincitrice. La Mazzel ha chiuso quinta in 1’55”84, +9”01 da Veronika Aigner.

2023-01-29, la classifica dello Slalom Speciale Femminile di Espot

Volando a Östersund e passando allo sci nordico, i portacolori azzurri Romele, Biglione e Toninelli si sono cimentati nella Staffetta open con tecnica libera. Essendo in tre, Cristian Toninelli ha dovuto correre due frazioni, la seconda e la quarta. Ma per i nostri ragazzi non c’è mai stata alcuna possibilità di competere per le piazze pregiate e alla fine hanno concluso ottavi, con il crono di 28’58”, a 3’12”6 dalla Germania che si è presa l’oro in 25’45”4. Argento alla Norvegia giunta a 8”3 di distanza e terza in volata l’Ucraina, che alla Francia ha recuperato più di 20” nell’ultima frazione chiudendo in 26’24”8.

I 3 azzurri della staffetta

Medagliere Italia ai Mondiali di Sci Alpino Paralimpico a Espot (Spagna, 21-29 gennaio):

  • Super G di lunedì 23 gennaio:

Vision Impaired Donne: oro Chiara Mazzel (guida Fabrizio Casal), argento Martina Vozza (guida Ylenia Sabidussi)

Vision Impaired Uomini: bronzo Giacomo Bertagnolli (guida Andrea Ravelli)

Totale medaglie in Super G: 3 (1 oro – 1 argento – 1 bronzo)

  • Supercombinata di martedì 24 gennaio:

Vision Impaired Donne: oro Chiara Mazzel (guida Fabrizio Casal)

Vision Impaired Uomini: argento Giacomo Bertagnolli (guida Andrea Ravelli)

Sitting Uomini: argento Renè De Silvestro

Totale medaglie in Supercombinata: 3 (1 oro – 2 argenti)

  • Discesa Libera di mercoledì 25 gennaio:

Vision Impaired Donne: oro Chiara Mazzel (guida Fabrizio Casal), argento Martina Vozza (guida Ylenia Sabidussi)

Totale medaglie in Discesa Libera: 2 (1 oro – 1 argento)

  • Slalom Gigante di giovedì 26 gennaio:

Vision Impaired Uomini: oro Giacomo Bertagnolli (guida Andrea Ravelli)

Standing: bronzo Federico Pelizzari

Totale medaglie in Slalom Gigante: 2 (1 oro – 1 bronzo)

  • Slalom Speciale di domenica 29 gennaio:
  • Vision Impaired Uomini: oro Giacomo Bertagnolli (guida Andrea Ravelli)
  • Sitting: argento Renè De Silvestro

Totale medaglie in Slalom Gigante: 2 (1 oro – 1 argento)

MEDAGLIE ITALIA: 5 ORI – 5 ARGENTI – 2 BRONZI

Medagliere dei Mondiali di Sci Nordico Paralimpico a Östersund (Svezia, 22-29 gennaio):

  • Long Distance (18 km) di domenica 22 gennaio:

Sitting: oro di Giuseppe Romele

  • Middle Distance (10 km) di sabato 28 gennaio:

Sitting: oro di Giuseppe Romele

MEDAGLIE ITALIA: 2 Ori

(29 gennaio 2023) © Press Office FISIP; in copertina: L’oro di Giacomo Bertagnolli con la guida Andrea Ravelli nello Slalom Speciale Vision-Impaired Uomini

 

 

 

 

Articoli in evidenza
Coppa del Mondo Generale: per Luchini e Perathoner è tripletta di globi
Coppa del Mondo Generale: per Luchini e Perathoner è tripletta di globi
Si chiude con i Campionati Italiani a Temù (BS) la stagione sportiva dello Sci Alpino Paralimpico FISIP
Si chiude con i Campionati Italiani a Temù (BS) la stagione sportiva dello Sci Alpino Paralimpico FISIP
Al via le ultime gare della stagione per la squadra di para-bob e snowboard
Al via le ultime gare della stagione per la squadra di para-bob e snowboard
precedente
successivo
Shadow