Mondiali Sci Alpino, ancora medaglie azzurre: bis d’oro per Mazzel, argenti per Bertagnolli e De Silvestro

Pubblicato il 24 Gen 2023

L’Italia si conferma una potenza internazionale dello Sci Alpino Paralimpico. Nella seconda giornata dei Campionati Mondiali, ospitati a Espot (Spagna), la nazionale azzurra, dopo i tre podi dei Super G d’esordio, ha conquistato altre tre medaglie in Supercombinata. Nella categoria Vision Impaired Donne Chiara Mazzel ha bissato il successo del Super G, mentre Giacomo Bertagnolli e Renè De Silvestro si sono colorati d’argento, rispettivamente tra i Vision Impaired e tra i Sitting.

Una due giorni da favola. La ventiseienne Mazzel anche quest’oggi ha aggredito senza paura il tracciato di Super G, chiudendo la sua fatica con il crono di 59”76 davanti alla britannica Menna Fitzpatrick (+1.22) e alla compagna di squadra Martina Vozza (+2.57). Nella manche di Slalom Speciale la Mazzel, guidata magistralmente da Fabrizio Casal, ha sciato con freddezza e intelligenza tattica, non facendosi condizionare dalle uscite anticipate nella seconda run della Fitzpatrick e della Vozza. Nella classifica generale, l’atleta dell’Asd Sportabili ha fatto siglare il crono complessivo di 1:59.95 con cui ha preceduto la slovacca Alexandra Rexova (+1.02), coloratasi d’argento, e la greca Eva Nikou (+1.46).

il podio della Supercombinata iridata con l’oro di Chiara Mazzel e la guida Fabrizio Casal

Le parole a caldo di Chiara prima di salire sul palco delle premiazioni sono state: “Sono veramente soddisfatta di questi due ori. Sinceramente, vincere oggi non era assolutamente scontato, anche perché nello Slalom, a causa del mio grado di disabilità visiva, faccio più fatica delle altre avversarie. Esco da queste due gare con delle sensazioni molto positive, desiderosa di riprovarci ancora nei prossimi giorni”.

2023-01-24, la classifica della Supercombinata Donne dei Mondiali di Sci Alpino Paralimpico di Espot (Spagna) clicca qui

Nella Supercombinata riservata ai Vision Impaired Uomini, dopo il bronzo all’esordio, il pluricampione paralimpico Giacomo Bertagnolli con la guida Andrea Ravelli si è appropriato della medaglia d’argento nella Supercombinata grazie ad una manche di Slalom esemplare, in cui la punta di diamante della nazionale italiana si è davvero scatenata, riuscendo a recuperare dalla quarta piazza del Super G. Il successo è andato al diciassettenne Johaness Aigner, al comando della prova già al termine della gara mattutina, che con il crono di 1:44.24 ha avuto la meglio appunto su Bertagnolli (+1.65) e sullo scozzese Neil Simpson (+2.99), vincitore del Super G d’apertura.

2023-01-24, la classifica della Supercombinata Uomini dei Mondiali di Sci Alpino Paralimpico di Espot (Spagna) clicca qui

Il bilancio di Giacomo: “Sono state due prove positive; nel Super G è andata bene, in precedenza ci siamo presi il bronzo anche se sinceramente potevamo fare qualcosa di più. Oggi in Supercombinata, soprattutto nello Slalom, abbiamo alzato decisamente il livello della nostra sciata, recuperando fino all’argento, e ne siamo proprio soddisfatti. Logicamente si può ancora migliorare perché, principalmente sulle parti ripide di questi tracciati, faccio qualche errorino di troppo, ma siamo fiduciosi per le prossime sfide e non ci nascondiamo: vogliamo tornare a casa almeno con un oro”.

Un altro atleta che voleva riscattarsi dopo l’amaro quarto posto nel Super G è Renè De Silvestro, che oggi è riuscito nel suo intento, mettendosi al collo una brillante medaglia d’argento. L’oro l’ha conquistato il norvegese Jesper Pedersen (1:47.82), al comando già dopo la gara veloce, che ha anticipato l’azzurro (+0.86), capace di sfoderare una manche di Slalom esemplare che gli ha permesso di risalire dalla quarta posizione. Sul gradino più basso del podio si è accomodato l’olandese Jeroen Kampschreur (+2.95).

“Dopo il quarto posto del Super G – racconta Renè – oggi mi sono riscattato. Il Super G non è stato brillante ma nello Slalom, la mia gara preferita, sono riuscito a recuperare terreno e a salire nuovamente sul podio di questa disciplina dopo aver vinto l’oro a Lillehammer 2022”.

Infine, sul podio della Supercombinata, dedicata alla categoria Standing, ha suonato la Marsigliese per Arthur Bauchet (Francia, 1:47.93) che, dopo la seconda piazza in Super G alle spalle di Robin Cuche, nello Speciale ha effettuato il sorpasso ai danni dell’’elvetico, capace comunque di difendere la medaglia d’argento a +5.20 dal vincitore di giornata. Il bronzo è andato allo svedese Aaron Lindstroem (+6.13) mentre Federico Pelizzari, sesto dopo il Super G e in piena lotta per il podio, ha inforcato in Slalom quando stava spingendo e sciando in maniera efficace. Davide Bendotti, dopo un Super G incolore, si è parzialmente riscattato tra i pali stretti risalendo sino alla quindicesima posizione finale.

(24 gennaio 2023) © Press Office FISIP; in copertina: Chiara Mazzel in azione nel Super G iridato, ph. credits: Toni Grases

 

 

Articoli in evidenza
Il bilancio al termine dei Mondiali di Para Sci (Alpino e Nordico)
Il bilancio al termine dei Mondiali di Para Sci (Alpino e Nordico)
Un altro oro per Giuseppe Romele ai Para Nordic World Championships 2023 di Östersund
Un altro oro per Giuseppe Romele ai Para Nordic World Championships 2023 di Östersund
Annullato l’odierno Slalom maschile dei Mondiali di Sci Alpino
Annullato l’odierno Slalom maschile dei Mondiali di Sci Alpino
precedente
successivo
Shadow
Dove siamo