Quinto posto all’esordio mondiale per Vozza-Sabidussi, out Mazzel-Casal. Domani slalom maschile e snowboard cross

Pubblicato il 20 Gen 2022
Credit photo: Mauro Ujetto

Quinto posto all’esordio iridato per Martina Vozza nel gigante Visually Impaired sulle nevi di Lillehammer. Sesta dopo la prima manche, la giovane portacolori classe 2004 della Hans Erlacher Team e la sua guida Ylenia Sabidussi hanno fermato il tempo sul 2’41”21, 8”95 di ritardo dalle vincitrici della gara, le austriache Barbara Aigner e Klara Sykora (2’31”26). Secondo e terzo posto, rispettivamente, per le slovacche Henrieta Farkasova ed Eva Trajcikova (2’32”69) e le austriache Elina Stary e Celine Arthofer (2’38”58). 

Così Martina Vozza: «Siamo molto felici di essere qua e di aver preso parte a questo Mondiale. Siamo abbastanza soddisfatte del risultato ottenuto, visto lo stop di 2 settimane causa covid, anche se proprio per questo abbiamo dovuto saltare le gare di velocità, quelle in cui puntavamo di più. Avrei potuto attaccare molto di più, ma le emozioni non sono mancate e si sono fatte sentire in gara, però come prima esperienza ai mondiali possiamo ritenerci soddisfatte, inoltre il nostro obbiettivo ora è quello di fare esperienza per i prossimi anni».

Nella stessa categoria, fuori nella seconda manche Chiara Mazzel e la sua guida Fabrizio Casal, dopo che avevano chiuso la prima run in quinta posizione e che stavano sciando bene anche nella seconda. Per fortuna, caduta senza gravi conseguenze per la trentina, che ha riportato solo una brutta botta al gomito destro. Le due ragazze azzurre però hanno tirato fuori gli artigli ed è stato bello dopo cinque anni rivedere delle rappresentanti azzurre riaffacciarsi a un Mondiale: l’ultima donna che aveva preso parte a una rassegna iridata era stata la plurimedagliata Melania Corradini a Tarvisio 2017.

Questo il commento del responsabile tecnico dello sci alpino, Davide Gros: «Nella prima manche, entrambe le ragazze hanno espresso le loro potenzialità. Chiara è quella che nella sua categoria ci vede sicuramente meno che tutte le altre perché è più B1 che B2, per cui ha fatto una grande manche e ha provato ad andare quasi al 100% e anche per questo poi è caduta nella seconda. Sono contento che ci abbia provato, mentre Martina ha ancora tanta strada da poter fare perché è giovanissima e, come Chiara, può migliorare ancora tantissimo. Stanno già combattendo per avvicinarsi al podio, per cui sono soddisfatto e mi è piaciuta la voglia che hanno sfoderato sin dalla partenza, sia loro sia le rispettive guide».

Domani tornano in pista i freschi campioni del mondo di gigante Giacomo Bertagnolli e Andrea Ravelli, impegnati nello slalom Visually Impaired, mentre tra gli Standing toccherà all’arrembante Federico Pelizzari, già terzo in superG.

Giornata decisiva anche per lo snowboard che dopo le qualifiche odierne, schiererà quattro atleti nei quarti di finale del cross: il vicecampione mondiale del dual banked slalom Jacopo Luchini, Mirko Moro, Riccardo Cardani e Paolo Priolo.

«Le qualificazioni sono andate abbastanza bene, seppur un po’ viziate dal vento, ma comunque Jacopo aveva il best time di due secondi sul più diretto inseguitore – commenta il responsabile tecnico di settore, Igor Confortin -. Ci sono state molte sorprese nelle altre categorie proprio per le condizioni e anche tra gli Upper con il giapponese che ha fatto secondo. Siamo fiduciosi per domani e speriamo che cali il vento gelido che ci ha tormentato oggi».

Articoli in evidenza
Il bilancio al termine dei Mondiali di Para Sci (Alpino e Nordico)
Il bilancio al termine dei Mondiali di Para Sci (Alpino e Nordico)
Un altro oro per Giuseppe Romele ai Para Nordic World Championships 2023 di Östersund
Un altro oro per Giuseppe Romele ai Para Nordic World Championships 2023 di Östersund
Annullato l’odierno Slalom maschile dei Mondiali di Sci Alpino
Annullato l’odierno Slalom maschile dei Mondiali di Sci Alpino
precedente
successivo
Shadow
Dove siamo