Giuseppe Romele concede il bis nella tappa di Coppa del Mondo a Canmore: sua anche la middle distance

Giuseppe Romele colpisce ancora a Canmore. Secondo successo in altrettanti giorni per il lombardo della Polisportiva Disabili Valcamonica, vero e proprio mattatore tra i Sitting in quest’avvio di Coppa del Mondo: dopo essersi imposto nella short distance, oggi si è ripetuto nella middle. Così come ventiquattr’ore prima, l’ultimo ad arrendersi è stato Ivan Golubkov, staccato di 33”4: 25’11”0 il tempo dell’azzurro contro il 25’43”0 del russo. A completare il podio, per la felicità dei tifosi canadesi, è stato il beniamino di casa Collin Cameron (26’02”6).

Queste le parole del trentenne di Pisogne (in provincia di Brescia) dopo aver conquistato il quarto successo in carriera (8 podi complessivi): «Mi sono divertito in queste due gare, soprattutto oggi perché mi sentivo meglio ed ero molto più scorrevole di ieri. Dal secondo giro in poi, ho sentito le sensazioni che cercavo, proprio anche per la programmazione che stiamo facendo, proiettata anche sulla distanza lunga, quindi sono contento. Sono molto contento anche per Michele che ha riconfermato i suoi punti perché questi risultati sono frutto del gran lavoro di squadra che sta ripagandoci in gara».

Sempre tra i Sitting, sorride Michele Biglione (19° in 31’45”0), che conquista punti importanti in chiave Pechino. Ecco le parole del ventinovenne di Centallo (Cuneo), tesserato per Discesaliberi: «Sono soddisfatto per i risultati ottenuti. Sono felice per la gara di ieri, un po’ meno per quella odierna perché la condizione fisica non era al 100% e ho patito parecchio il freddo che rendeva faticosa persino la respirazione. Nonostante tutto, ho dato la conferma di quello che posso fare e di nuovo fatto punti».

Tra gli Standing, dodicesima piazza per Cristian Toninelli (34’45”1). Queste le impressioni del trentatreenne di Pian Camuno (Brescia): «Entrambe le gare sono andate abbastanza bene, anche se il mio tallone d’Achille resta la tecnica classica, però la sto migliorando rispetto al passato. Nella 12,5 km odierna in skating, invece, sono riuscito a metter dietro con buoni distacchi alcuni rivali che facevo più fatica a battere la scorsa stagione. Il tempo è migliorato e anche a livello fisico mi sento bene a parte un piccolo acciacco al ginocchio. Comunque siamo solo all’inizio per cui si può soltanto migliorare».

Adesso un giorno di pausa e poi martedì si torna in pista per la sprint su di un percorso molto insidioso in cui i materiali faranno la differenza.

Articoli in evidenza
Il bilancio al termine dei Mondiali di Para Sci (Alpino e Nordico)
Il bilancio al termine dei Mondiali di Para Sci (Alpino e Nordico)
Un altro oro per Giuseppe Romele ai Para Nordic World Championships 2023 di Östersund
Un altro oro per Giuseppe Romele ai Para Nordic World Championships 2023 di Östersund
Annullato l’odierno Slalom maschile dei Mondiali di Sci Alpino
Annullato l’odierno Slalom maschile dei Mondiali di Sci Alpino
precedente
successivo
Shadow
Dove siamo