Crimson Snow        
         
         ELAH    
Diasorin  pilastro

FIAT          INAIL superAbile          Robe di Kappa

Federazione sportiva paralimpica riconosciuta dal CIP

 

  • Home
  • News
  • Visualizza articoli per tag: Snowboard

Jacopo Luchini graffia la neve di La Molina. Nella seconda giornata di gare di Coppa del Mondo sulle nevi spagnole, il rider toscano dello Sci Club Paralimpic Fanano è riuscito a salire sul terzo gradino del podio, battendo in una finalina tutta azzurra il piemontese Paolo Priolo, che si è dovuto così accontentare del quarto posto. Eliminazione ai quarti, invece, per Manuel Pozzerle, superato dall’austriaco Patrick Mayrhofer (AUT), che si è aggiudicato poi l'argento alle spalle del francese Maxime Montaggioni, vincitore della tappa. 

«Ci sono state parecchie lamentele qui a La Molina perché le condizioni sono pessime, per cui abbiamo dovuto correre a 2 anziché a 4 come in Canada e le carte in tavola cambiano completamente - ha commentato il responsabile tecnico della Nazionale azzurra di snowboard, Igor Confortin -. Ieri non siamo andati benissimo, oggi dal punto di vista del risultato leggermente meglio e sono molto più soddisfatto, anche perché abbiamo lavorato più sulle parti tecniche, in vista della pista che incontreremo a fine mese in Finlandia per i Mondiali»  

Giovedì e venerdì, condizioni meteo permettendo, si torna in pista per due ulteriori gare di banked slalom. 

Pubblicato in News

Storico doppio podio nella Coppa del Mondo di parasnowboard a Big White. Per la prima volta in assoluto, la gara di cross vedeva scendere quattro atleti in contemporanea, proprio come avviene nelle competizioni Fis e olimpiche, e l’Italia ha voluto subito lasciare il segno.

Dietro al trionfatore francese Maxime Montaggioni, infatti, Jacopo Luchini è salito sul secondo gradino del podio, mentre Paolo Priolo sul terzo. Se il rider toscano è ormai abituato a certi risultati, per il piemontese si tratta di una primizia. «Sono felicissimo per il primo podio in carriera, finalmente è arrivato - esordisce Priolo -. Poi bello essere lassù con Jacopo, davvero emozionante. Dopo i Giochi di PyeongChang ho svoltato, cambiando il mio approccio alla gara e credendoci sin da inizio stagione. Nonostante un po’ di acciacchi per l’influenza, ho dato tutto. Adesso c’è già voglia di replicare giovedì e spero di recuperare ancora più energie».

 

Soddisfatto anche Luchini, seppure puntasse al bersaglio grosso: «Sono contento per il doppio podio italiano, anche se un po’ mi brucia perché so che avrei potuto aspirare anche alla vittoria. È andata così, ma prendiamoci questi bei risultati e usiamoli anche come stimolo per le prossime gare».

 

«L’impressione è stata positiva e correre a quattro è tutta un’altra storia - commenta il responsabile tecnico della Nazionale azzurra, Igor Confortin -. Sono felicissimo per il primo podio in carriera di Paolo, mentre per Jacopo la gioia è per averlo recuperato in fretta dopo l’infortunio, perché in questi casi si ha sempre il dubbio di aver fatto tutto giusto senza correre troppo. Pur non mettendo la tavola per quindici giorni fino all’immediata vigilia della gara, è andato forte, nonostante fosse un po’ imballato. Ora verrà cambiata un po’ la pista e vediamo cosa succederà nel secondo cross». I cancelletti si riapriranno giovedì 7 febbraio per un’altra gara di cross.

Pubblicato in News

Per chiudere al meglio quest’anno che ci ha regalato tante emozioni sulla neve, ecco gli auguri della nostra presidente Tiziana Nasi:

Il 2018 della FISIP e dei suoi atleti sta per finire, ancora ieri c’erano degli atleti ad allenarsi nello sci di fondo a Vinadio. Un piccolo gruppo, ma molto compatto e volitivo, sui quali nutriamo grandi speranze. Il resto dell’anno, lo sappiamo, è stato straordinario, soprattutto nel mese di marzo con la Paralimpiade di PyeongChang. Cinque medaglie complessive, firmate dai grandi Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal nello sci alpino e dal grandissimo Manuel Pozzerle nello snowboard.

Si è proseguito su quest’onda magica e una delle cose che mi fa più piacere è che in questo finale di 2018, con la nuova stagione e un nuovo quadriennio che si apre, abbiamo finalmente avuto alcune ragazze che hanno provato a cimentarsi nello sci alpino e nello sci nordico. Un bellissimo auspicio, che non può che far bene alle nostre Nazionali.

Auguro a tutti i nostri atleti, ai nostri allenatori e ai nostri amici uno splendido 2019, che si aprirà subito a grande intensità, soprattutto nello sci alpino con i Mondiali che si terranno tra Kranjska Gora e Sella Nevea.

Pubblicato in News

Jacopo Luchini ci ha preso gusto. Nonostante il brutto volo del giorno precedente, che gli ha lasciato il braccio destro malconcio, il tenace rider toscano dello Sci Club Paralimpic Fanano ha tenuto duro ed è sceso in pista. Ovviamente, non da comprimario, ma da primattore, piazzandosi al secondo posto nella seconda gara di cross a Pyha (Finlandia).  Soltanto l'australiano Simon Patmore, campione paralimpico in carica della disciplina, è riuscito a far meglio di Luchini, battendolo nella finalissima. Due podi in due giorni sono comunque un ottimo viatico per il prosieguo della stagione.

pilastro_int.jpg

Nella small final per il terzo posto, invece, l'austriaco Patrick Mayrhofer ha superato l'altro azzurro Manuel Pozzerle. Una prestazione comunque lodevole per il rider veronese, argento a PyeongChang, che in questo inizio di stagione non ha potuto dedicarsi appieno allo snowboard per i tanti impegni lavorativi. Sorride anche Paolo Priolo: il piemontese ha ottenuto un settimo posto e mostrato di essere in continua crescita. Per i ragazzi di Igor Confortin è stato davvero un bel modo di testare le piste che tra fine febbraio e inizio marzo ospiteranno le gare iridate.

Risultati possibili grazie al sostegno di sponsor fondamentali per le nostre attività sulla neve come la Fondazione Terzo Pilastro Internazionale, il cui supporto è stato cruciale anche per i ritiri delle altre Nazionali azzurre che si stanno preparando per le prossime tappe di Coppa del Mondo. I ragazzi dello sci nordico hanno lavorato duramente a Livigno in vista della trasferta finlandese di Vuokatti (12-19 dicembre), quelli dello sci alpino, invece, a Cervinia per prepare le gare di Coppa Europa di Pitztal (10-11 dicembre) e St. Moritz (13-15 dicembre), antipasto dell'opening italiana di Coppa del Mondo a Sella Nevea (17-21 dicembre).

E non dimentichiamoci della nuova sorellina, la Nazionale azzurra di parabob che si sta allenando per le prossime competizioni, lanciandosi a tutta velocità giù dal budello di Oberhof.

 

 

 

 

Pubblicato in News

Primo podio stagionale per la Nazionale azzurra di para snowboard. Nella gara di cross a Pyha, sulle nevi finlandesi, la zampata è di Jacopo Luchini, che si arrampica sul terzo gradino del podio. Dopo il terzo posto nelle run di qualifica, il rider toscano tesserato per lo Sci Club Paralimpic Fanano ha superato il britannico Barnes-Miller ai quarti di finale, ma poi non è riuscito a ripetere l’impresa in semifinale contro il campione paralimpico in carica Simon Patmore, in un remake della semifinale dello scorso marzo a PyeongChang.

Nonostante un piccolo infortunio però, Luchini si è riscattato alla grande nella small final, superando l’austriaco Patrick Mayrhofer. Nella finalissima, invece, lo statunitense Mike Minor (che aveva eliminato ai quarti l’altro azzurro Paolo Priolo) si è imposto sull’australiano Patmore. Ai quarti di finale si era fermata la corsa del vicecampione paralimpico Manuel Pozzerle, eliminato da Mayrhofer.

Domani si torna in pista per un’altra gara di cross.

Pubblicato in News

Dopo la Nazionale di sci, è toccato a quella di snowboard fare il suo esordio stagionale a Landgraaf. Nel primo banked slalom di Coppa del Mondo nel “frigorifero olandese”, in programma mercoledì sesto posto per Jacopo Luchini nella categoria Upper Limb, in virtù del 45.02 realizzato nella prima manche, mentre nella seconda non è riuscito a completare la sua gara. Sui tre gradini del podio sono saliti l’austriaco Patrick Mayrhofer (1° in 42.46) e gli australiani Simon Patmore (2° in 43.46) e Sean Pollard (3° in 44.11).

Oggi, invece, il toscano dello Sci Club Paralimpic Fanano ha chiuso quinto, risalendo la china nella seconda manche (44.04) dopo una prima manche sotto tono (12° in 50.38). A trionfare è stato ancora una volta Mayrhofer (42.18)

 Assente il vicecampione olimpico di cross Manuel Pozzerle, a causa di alcuni impegni lavorativi: il rider veronese sarà però presente nella prossima tappa in Finlandia, in programma per il 30 novembre e il 1° dicembre.

Luchini si era piazzato sesto anche nella precedente gara di Coppa Europa (martedì 13), nella quale ha fatto il suo esordio il neo arrivato Alessandro Ossola, che ha chiuso tredicesimo tra i Lower Limb 1, nella gara vinta dall'asso olandese Chris Vos.

Pubblicato in News

Dopo i lunghi e intensi raduni estivi sul ghiacciaio dello Stelvio, durati fino a fine ottobre, finalmente dall'11 novembre riparte la stagione internazionale dello snowboard azzurro, con la tappa olandese di Coppa Europa e Coppa del Mondo di banked slalom (Landgraaf, 11-15 novembre). Ai cancelletti, gli azzurri Jacopo Luchini, per un soffio giù dal podio in Corea, Paolo Priolo e due new entry attese dalla classificazione funzionale: Alessandro Ossola e Gianluca Storione.

"Arrivo in Olanda con buone sensazioni, anche se Landgraaf è una pista particolare - dice Jacopo Luchini- sono riuscito a fare la preparazione atletica quasi per intero, e vengo da tre vittorie su tre partecipazioni alle tappe olandesi, la scorsa stagione. Nello slalom purtroppo non abbiamo neve sulle gambe perché non essendo disciplina per gli atleti olimpici, in Italia non abbiamo buone piste di slalom su cui allenarci, diversamente dalla cross. E abbiamo saltato la 1ᵃ tappa di Dubai, in corso proprio ora, purtroppo per ragioni di budget. Spero lo stesso di far bene, siamo solo all'inizio". 

"Purtroppo salto l'Olanda, mi sto concentrando sulla prossima tappa finlandese - racconta invece Manuel Pozzerle, reduce dall'argento paralimpico nella cross a PyeongChang 2018 -. Comunque, a Landgraaf non ho mai avuto grande fortuna e anche lo slalom non è la specialità a me più congeniale. Se sento ansia da prestazione per aver vinto l'argento paralimpico? Direi di no, le due tipologie di gara sono completamente diverse e lo stress da competizione tra Paralimpiadi e Coppa del Mondo è diversissimo, quindi mi sento tranquillo e gli avversari sanno chi sono e che con me in gara devono fare tutto per bene".

Le prossime tappe di Coppa del Mondo saranno in Finlandia, sede degli attesissimi Mondiali di fine marzo, poi Canada (Big White) e Spagna (La Molina) per concludersi in Svezia dal 2 al 10 aprile nella località di Klövsjö, new entry del circuto IPC.

 

Pubblicato in News

«Con le vostre imprese sportive avete regalato prestigio all'Italia». Con queste parole il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha accolto martedì 27 marzo al Quirinale gli atleti olimpici e paralimpici medagliati ai Giochi di PyeongChang 2018. Occasione della cerimonia la riconsegna del Tricolore firmato da tutti i protagonisti della Olimpiade e Paralimpiade coreana. Un momento importante per tutto lo sport italiano, l'occasione per celebrare chi, con le sue gesta sportie, tiene alto il nome del nostro Paese.

Per il movimento paralimpico presenti Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal, vincitori di due ori, un argento e un bronzo nello sci alpino di categoria Visually Impaired, e Manuel Pozzerle, medaglia d'argento nello snowboard cross di categoria Upper Limb.

«Questa esperienza non ha rappresentato solo un evento sportivo ma una straordinaria raccolta della convivenza umana e un momento di pace - ha sottolineato Mattarella - vedere Giacomo e Fabrizio gareggiare è stato emozionante. La vostra prestazione si basa sulla fiducia reciproca e questo è un grande esempio per la vita. Voi rappresentate un modello di comportamento, un paradigma di vita. Grazie per averco fatto gioire».

«Grazie a questi ragazzi per le emozioni che ci hanno regalato - ha dichiarato il Ministro per lo Sport Luca Lotti - e grazie a tutti coloro che hanno lavorato dietro i riflettori per raggiungere questi successi sportivi. Questi Giochi hanno lanciato un messaggio universale come solo lo sport sa dare».

«Questi ragazzi ci hanno resi orgogliosi - ha esordito il Presidente del Cip, Luca Pancalli - questa edizione dei Giochi ha registrato una ulteriore crescita del movimento paralimpico internazionale. Ribadisco le mie congratulazioni a Giacomo, Fabrizio e Manuel ma un pensiero va anche a tutti coloro che non sono saliti sul podio. Penso a Jacopo Luchini, che ha mancato il bronzo per un soffio o alla Nazionale Italiana di para ice hockey. Oggi, riconsegnando il Tricolore, ci sentiamo fieri e orgogliosi delle cinque medaglie vinte. Continueremo su questa strada».

Pubblicato in News

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha invitato al Quirinale, martedì 27 marzo alle ore 11, tutti i medagliati paralimpici e olimpici di PyeongChang 2018. Gli atleti azzurri Giacomo Bertagnolli, Fabrizio Casal (guida), alfieri in occasione dell'evento di chiusura paralimpica a cinque cerchi, e Arianna Fontana, nell'oocasione riconsegneranno al Capo dello Stato il Tricolore con le firme degli atleti nel corso di una cerimonia che verrà trasmessa in diretta da Rai 2, con collegamento dalle 10.55. Le delegazioni saranno guidate dal Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli e dal Presidente del CONI, Giovanni Malagò.


Gli atleti che parteciperanno all'evento saranno quindi i medagliati paralimpici Giacomo Bertagnolli-Fabrizio Casal (Sci alpino), Manuel Pozzerle (Snowboard) insieme ai medagliati olimpici Arianna Fontana, Cecilia Maffei, Lucia Peretti e Martina Valcepina (Short Track), Federica Brignone e Sofia Goggia (Sci Alpino), Lukas Hofer, Dominik Windisch, Lisa Vittozzi e Dorothea Wierer (Biathlon), Michela Moioli (Snowboard), Federico Pellegrino (Sci di Fondo), Nicola Tumolero (Pattinaggio di Velocità).

Pubblicato in News

Un quarto posto che fa tanta rabbia ma che conferma Jacopo Luchini nel gotha dello snowboard mondiale. In banked slalom, il ventisettenne toscano ha ripetuto il piazzamento ottenuto lunedì nel cross, ma stavolta il rammarico è stato maggiore perché con la sua terza run è arrivato vicino, anzi vicinissimo, ad uno strameritato bronzo: soltanto 3 centesimi l’hanno separato dalla medaglia conquistata dall’australiano Patmore (52.02 contro 51.99), già campione paralimpico nel cross. A trionfare è stato Mike Minor che, con la sua discesa (50.77), l’azzurro dal podio, mentre l’argento è andato all’austriaco Patrick Mayrhofer (51.36).

«In questo momento è più l’amarezza, però sono fiducioso: vedermi lì a un passo dal podio mi mette ancor più voglia di far bene e di prepararmi ancora meglio, a testa bassa e lavorando sodo - ha commentato a caldo un rammaricato Luchini -. Non mi manca niente per poter arrivare in cima. Non era una delle mie piste preferite, né la neve era una di quelle che mi esalta di più. Ieri è piovuto, prima c’erano 16 gradi. Oggi, invece, col freddo era un lastrone di ghiaccio, però non voglio cercare scuse e so che ho ancora tanto da dimostrare».

Dopo l’argento nel cross, sesto posto per Manuel Pozzerle (54.19 nella terza run): «Non era la mia gara e si vede del risultato, ma sono contento perché è il miglior piazzamento che ho fatto in stagione nello slalom. Peccato non aver potuto provare di più la pista, sennò potevo avvicinarmi ancora perché stavo iniziando a capire la pista. Peccato per Jacopo, gli ho detto: “Vai a prenderti il terzo posto”. Ho sperato fino all’ultimo, ma Minor è andato più forte».

Quindicesimo posto all’esordio assoluto per Roberto Cavicchi (58.17 nella seconda run): «Ci speravamo in Jacopo, era due anni che ci lavorava per questa medaglia. Patmore di solito è più bravo nel cross, oggi mi ha sorpreso nello slalom».

Pubblicato in News
Pagina 1 di 3

Sponsor

In Breve

La FISIP, costituita nel 2010, è la Federazione Sportiva Paralimpica alla quale il Comitato Italiano Paralimpico ha demandato la gestione, l'organizzazione e lo sviluppo dello Sci Alpino, Sci Nordico, del Biathlon e dello Snowboard.


Sede e Orari

Via Montemagno 47/E - 10132 Torino

Tel.: +39 011.569.3829

Fax: +39 011.569.3895

info@fisip.it

Lun-Ven: 08.30 - 16.00