Stampa questa pagina
Mercoledì, 06 Febbraio 2019 10:00

Cdm snowboard, doppio podio italiano a Big White: Jacopo Luchini secondo, Paolo Priolo terzo

Luchini secondo (a sx) e Priolo terzo (a dx) nel cross di Big White Luchini secondo (a sx) e Priolo terzo (a dx) nel cross di Big White

Storico doppio podio nella Coppa del Mondo di parasnowboard a Big White. Per la prima volta in assoluto, la gara di cross vedeva scendere quattro atleti in contemporanea, proprio come avviene nelle competizioni Fis e olimpiche, e l’Italia ha voluto subito lasciare il segno.

Dietro al trionfatore francese Maxime Montaggioni, infatti, Jacopo Luchini è salito sul secondo gradino del podio, mentre Paolo Priolo sul terzo. Se il rider toscano è ormai abituato a certi risultati, per il piemontese si tratta di una primizia. «Sono felicissimo per il primo podio in carriera, finalmente è arrivato - esordisce Priolo -. Poi bello essere lassù con Jacopo, davvero emozionante. Dopo i Giochi di PyeongChang ho svoltato, cambiando il mio approccio alla gara e credendoci sin da inizio stagione. Nonostante un po’ di acciacchi per l’influenza, ho dato tutto. Adesso c’è già voglia di replicare giovedì e spero di recuperare ancora più energie».

 

Soddisfatto anche Luchini, seppure puntasse al bersaglio grosso: «Sono contento per il doppio podio italiano, anche se un po’ mi brucia perché so che avrei potuto aspirare anche alla vittoria. È andata così, ma prendiamoci questi bei risultati e usiamoli anche come stimolo per le prossime gare».

 

«L’impressione è stata positiva e correre a quattro è tutta un’altra storia - commenta il responsabile tecnico della Nazionale azzurra, Igor Confortin -. Sono felicissimo per il primo podio in carriera di Paolo, mentre per Jacopo la gioia è per averlo recuperato in fretta dopo l’infortunio, perché in questi casi si ha sempre il dubbio di aver fatto tutto giusto senza correre troppo. Pur non mettendo la tavola per quindici giorni fino all’immediata vigilia della gara, è andato forte, nonostante fosse un po’ imballato. Ora verrà cambiata un po’ la pista e vediamo cosa succederà nel secondo cross». I cancelletti si riapriranno giovedì 7 febbraio per un’altra gara di cross.